Il Premio Arte Laguna torna all’Arsenale di Venezia dal 19 marzo

Si inaugurerà sabato 19 Marzo 2016 alle Nappe dell’Arsenale Nord, uno dei luoghi più conosciuti al mondo per l’arte contemporanea, la mostra dei finalisti della 10 edizione del Premio Internazionale Arte Laguna. Con i suoi dieci anni, il Premio si attesta come uno dei concorsi d’arte più longevi e prestigiosi. Gode di un elevato interesse nel mondo dell’arte, offrendo un certo riconoscimento ad artisti emergenti ed affermati così come la possibilità di farsi conoscere da critici internazionali.

Quest’anno il Premio Arte Laguna è caratterizzato da contenuti di una qualità ancora maggiore dal punto di vista artistico e culturale e da collaborazioni internazionali di elevato calibro: sono 18 i partner internazionali che hanno abbracciato il progetto di Arte Laguna tra cui figurano aziende come Swatch, Thetis SpA, Telecom Italia Future Centre, Riva 1920 e note Fondazioni per l’arte come Berengo e Fonderia Battaglia.

La mostra principale comprenderà 30 opere di pittura, 30 sculture e installazioni, 30 opere di arte fotografica, 10 video, 10 progetti di arte ambientale, 5 performance che si esibiranno dal vivo durante l’inaugurazione della mostra. Gli storici spazi di Telecom Italia Future Centre ospiteranno invece le 5 opere di arte virtuale e digitale realizzate totalmente con l’uso delle nuove tecnologie, della rete e che coinvolgono il vasto mondo del digitale.

A selezionare i 120 artisti che saranno in mostra fino al 3 Aprile direttori di fondazioni e musei, curatori indipendenti, critici d’arte guidati da Igor Zanti il curatore di Milano e direttore di IED Venezia, che segue il premio fin dalla sua nascita: Miguel Amado, Anna Bernardini, Barbara Boninsegna, Denis Curti, Enrico Fontanari, Suad Garayeva, Vasili Tsereteli, Sabrina Van der Ley, Simone Verde, Bettina von Dziembowski.

Durante la serata di inaugurazione si svolgerà anche la cerimonia di premiazione dei 6 vincitori assoluti che si aggiudicano un premio in denaro di 7000 euro ciascuno e che verranno individuati dagli 11 giurati internazionali, il loro lavoro sarà però affiancato dal lavoro di selezione anche dei Partner internazionali del premio che andranno ad individuare l’artista o gli artisti con i quali collaborare nel corso del 2016 per la realizzazione di 4 mostre in galleria, la partecipazione a 3 festival, l’intervento nella produzione di 2 aziende italiane, la creazione di 10 nuove opere durante un periodo di soggiorno in ambienti multiculturali a contatto con altri artisti.